Bonus 200 Euro per i lavoratori dipendenti

Bonus 200 Euro per i lavoratori dipendenti

Con la circolare n. 73 del 25 giugno 2022, l’INPS ha fornito le istruzioni applicative relative al riconoscimento del Bonus 200 euro ai lavoratori dipendenti, non titolari di trattamenti pensionistici.

La circolare conferma che i dipendenti destinatari del trattamento sono tutti quelli che nella prima parte dell’anno 2022 (e in particolare dal 01/01/2022 al 23/06/2022) hanno beneficiato almeno per una mensilità dell’esonero INPS dello 0,8% dei contributi, e cioè coloro che per almeno una mensilità hanno avuto una retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali inferiore o uguale ad euro 2.692,00.

Non sembra al momento rilevare l’importo complessivo del reddito, quindi il Bonus verrà riconosciuto anche a coloro che presentano un reddito presunto superiore ad euro 35.000,00.

Al fine del riconoscimento del Bonus il lavoratore dovrà consegnare al datore di lavoro la dichiarazione apposita, senza la quale non sarà possibile procedere con l’erogazione.

Il lavoratore che nella prima parte dell’anno è stato in forza presso un altro datore di lavoro, potrà controllare sui cedolini del precedente datore di lavoro l’applicazione dell’esonero e compilare di conseguenza la dichiarazione.

L’indennità sarà erogata, sussistendo il rapporto di lavoro (a tempo determinato o indeterminato), con la retribuzione di competenza del mese di luglio 2022.

Si specifica che l’indennità spetta in misura intera anche nel caso di lavoratore con contratto a tempo parziale.

Si ricorda che il lavoratore che ha in essere più rapporti di lavoro potrà consegnare la dichiarazione ad uno solo dei datori di lavoro, in quanto l’indennità potrà essere percepita una sola volta.

Anche per quanto riguarda i lavoratori stagionali, intermittenti, e a tempo determinato, sarà il datore di lavoro ad erogare il Bonus, sempre che tali lavoratori siano in forza nel mese di luglio 2022, e sempre secondo il criterio di applicazione dello sgravio dello 0,8% di cui alla L.234/2021.

Per queste categorie di lavoratori (stagionali, tempi determinati e intermittenti), qualora nel mese di luglio non risultassero più in forza, sarà l’INPS ad erogare l’indennità in via residuale, e a seguito di apposita domanda del lavoratore, a condizione che nel 2021 abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate.

Le altre categorie di lavoratori che dovranno presentare richiesta all’INPS sono i co.co.co., i lavoratori domestici, gli iscritti al fondo pensione lavoratori dello spettacolo, gli autonomi occasionali privi di partita IVA, gli incaricati alle vendite a domicilio.

L’INPS, con comunicato stampa del 27/06 ha annunciato l’apertura della procedura per le suddette domande.

Infine, i beneficiari delle indennità Covid-19, di cui ai decreti Sostegni e Sostegni bis, i titolari delle prestazioni NASpI e DIS-COLL nel mese di giugno 2022, i titolari dell’indennità di disoccupazione agricola di competenza del 2021, così come i pensionati e i titolari di trattamenti di natura assistenziale o di accompagnamento alla pensione, otterranno l’erogazione d’ufficio del bonus 200 euro da parte dell’Inps, qualora spettante, senza necessità di inoltrare la domanda.