Direzione legale in outsourcing

E’ possibile che un’impresa, nel suo processo di crescita, inizi ad avvertire la necessità di una funzione che, dall’interno della propria organizzazione, possa svolgere attività quali:

  • fornire supporto legale ai vari dipartimenti dell’azienda, per ridurre la probabilità di impatti negativi sul business o sulla reputazione,
  • occuparsi della stesura, analisi, revisione della contrattualistica commerciale e non (in entrata e in uscita), e supportare la negoziazione delle condizioni contrattuali,
  • curare la predisposizione di note o pareri, che integrino il set di informazioni necessario alla presa di decisioni da parte dell’alta direzione,
  • gestire i rapporti con i legali stranieri in caso di procedure estere, e monitoraggio costante dei procedimenti,
  • assistere la società, per gli aspetti legali, nella strutturazione di progetti complessi,
  • curare la compliance della società a tutte le previsioni normative che impattano con la sua attività (D. Lgs. 231/2001, GDPR 2016/679, normative in tema di sicurezza e ambiente, norme straniere che rilevano per controllate estere, ecc.).

Tuttavia, creare dall’oggi al domani una nuova funzione aziendale non è cosa semplice (e a maggior ragione se la sua organizzazione viene posta in carico ad una figura junior).

Il nostro studio è in grado di rispondere efficacemente a questa necessità, permettendo all’impresa – mediante un processo dettagliatamente strutturato – di poter contare in tempi rapidi su una funzione legale pienamente efficace; ciò può avvenire grazie ad una risorsa interna adeguatamente formata, indirizzata (anche da adeguate procedure) e supportata, ovvero mediante la formula della direzione legale in outsourcing (soluzione che, a seconda delle dimensioni e delle necessità dell’impresa, potrebbe garantire il miglior rapporto costi-benefici).