Novità normative giuslavoristiche

Novità normative giuslavoristiche

Negli ultimi due mesi hanno visto la luce importanti novità normative attese da tempo riguardanti la tutela della genitorialità. Inoltre, la normativa ha previsto aiuti per i lavoratori dipendenti che si vanno a sommare a quelli già previsti nella prima parte di quest’anno.

CONGEDI PARENTALI

Nel messaggio n. 3066 del 2022, l’INPS esamina le nuove regole di fruizione del congedo di paternità e parentale spettante ai genitori lavoratori subordinati, iscritti alla gestione separata e autonomi. Le principali novità in vigore dal 13/08/2022 sono le seguenti:

  • congedo di paternità obbligatorio:

Il padre lavoratore dipendente si potrà astenere dal lavoro per un periodo di 10 giorni lavorativi (non frazionabili a ore ma fruibili anche in via non continuativa), dai 2 mesi precedenti la data presunta del parto fino ai 5 mesi successivi alla nascita. In caso di parto plurimo la durata del congedo è di 20 giorni lavorativi.

Il padre deve comunicare in forma scritta al datore di lavoro i giorni in cui intende fruire del congedo obbligatorio, fatte salve condizioni di miglior favore.

 

  • congedo parentale per genitori lavoratori dipendenti:

Alla luce della novella normativa i periodi indennizzabili di congedo parentale sono i seguenti:

  • Alla madre, fino al dodicesimo anno (e non più fino al sesto anno) di vita del bambino spetta un periodo indennizzabile di 3 mesi, non trasferibili all’altro genitore;
  • Al padre, fino al dodicesimo anno (e non più fino al sesto anno) di vita del bambino spetta un periodo indennizzabile di 3 mesi, non trasferibili all’altro genitore;
  • Entrambi i genitori hanno altresì diritto, in alternativa tra loro, a un ulteriore periodo indennizzabile della durata complessiva di 3 mesi, per un periodo massimo complessivo indennizzabile tra i genitori di 9 mesi (e non più 6 mesi). Tali giornate sono indennizzate al 30% dall'INPS fino al dodicesimo anno di vita del figlio.

 

DECRETO AIUTI BIS

 Sulla G.U. n. 185 del 9 agosto 2022 è stato pubblicato il  D.L. n. 115/2022 (cd Aiuti-bis), che introduce misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali. Le principali novità di nostro interesse sono le seguenti:

  • Esonero contributivo per i lavoratori dipendenti:

Il decreto Aiuti bis ha incrementato, dal 1° luglio al 31 dicembre 2022, la misura dell’esonero relativo ai contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico dei lavoratori. Il beneficio, inizialmente fissato allo 0,8% dalla legge di Bilancio per il 2022, è stato aumentato per la seconda parte di quest’anno al 2%, con un incremento, quindi, dell’1,2%.

In proposito, si ricorda che possono accedere al beneficio tutti i lavoratori dipendenti di datori di lavoro, pubblici e privati, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, purché venga rispettato il limite della retribuzione mensile, da intendersi come retribuzione imponibile ai fini previdenziali, di 2.692 euro.

  • Potenziamento welfare aziendale:

Fino al prossimo 31 dicembre 2022:

- il “plafond” art.51 c.3 a disposizione dei lavoratori e conseguentemente delle aziende ammonta a euro 600,00 (e non 258,23);

- nell’ambito di questo importo possono essere riconosciuti anche i rimborsi delle utenze domestiche di acqua, luce e gas.

DECRETO AIUTI TER

Dopo il bonus di 200 euro riconosciuto dal “decreto Aiuti” ed erogato agli aventi diritto nella busta paga di luglio, arriva una nuova indennità a favore dei lavoratori dipendenti. Questa volta, l’importo è di 150 euro e spetta a chi, a novembre 2022, ha una retribuzione imponibile non superiore a 1.538 euro. La somma sarà erogata in via automatica dal datore di lavoro nello stesso mese di novembre, previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare di ulteriori una tantum (per pensionati e altre categorie di soggetti). I datori di lavoro potranno compensare il credito maturato per le somme erogate ai dipendenti attraverso la denuncia mensile all’Inps (articolo 44, comma 9, Dl 269/2003).

 

 

Palini Laura

Consulente del Lavoro